Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

HOMEPAGE STAFF ORGANIZZAZIONE ITALIA ITALIA LOMBARDIA ITALIA LIGURIA FILOSOFIA EVENTI ORGANIZZAZIONE2 GALLERY MEDIA ATTIVITA' LE NOSTRE SEDI Contatti COLUMBUS CAMPIONATO ITALIANO 2014 STAGE J.K.A. ITALIA KARATE BAMBINI DIFESA PERSONALE KARATE CONI 

FILOSOFIA

J.K.A. ASSOCIATION

FILOSOFIA

EVENTI

CAMPIONATO ITALIANO

COLUMBUS

GALLERY

FUJIYAMA KARATE CLUB - MILANO MI TAKESHI NAITO KST - LISSONE LISSONE - MB NEGUIZZETTI ALESSANDRO LE LUNE BARANZATE MI STRAMAZZO SIGFRIDO HIRO HITO K. DO - LAINATE ANECABIDDU ASSUNTA BUTOKU K. DO - SOLARO DE BARTOLOMEO STEFANO KEN BU KAI - CANTU' CANTU' BIANCHI CARLO KEN BU KAI K.K.S. - CAPIAGO INT.CAPIAGO INTIMIANO BIANCHI CARLO KST - BUSNAGO GEROSA EMILIO KYOUKAI KARATE DO SPINEDA CR NEBOTTOLI EMANUELE KEN BU KAI - INVERIGO RONCHETTI FABIO FUDOCHI COGLIATE CARDACI SANDRO ITK - BURAGO - BURAGO CITELLI GIANMARCO JUDO CLUB PRATO - MILANO MAFFEI ROSARIO SHINKITAI KARATE TRADIZIONALE - MONTICHIARI BS LOMBARDO DIEGO FISIODYNAMIC MILANO CONTE LUCIANO BUDOKAI ISPRA VARESE PONTI TULLIO PABLO NERUDA CDKST CINISELLO BALSAMO MI BRUSAFERRI GIUSEPPE KARATE CLUB LARIO COMO DI EMIDIO GIAN MARIO SHOTOKAN KARATE - RUDIANO BERTOCCHI ANGELO KENBUKAI K.S.K. - CARIMATE NEMBRINI SONIA ITK - MONZA CITELLI GIANMARCO KARATE CLUB LARIO - SENNA COMASCO COMO DI EMIDIO GIANMARIO BUTOKU K. DO - CARUGO CURCURACI FABRIZIO FUJIYAMA CARUGO TAKESHI NAITO MASATOSHI NAKAYAMA - ROBBIO PV ZANIRATO EMANUELE SKSS - SAN SIRO COMO DANIELLI ALESSANDRO FUTURA MILANO CASALE GIUSEPPE STK - DESIO ALESSANDRELLO GIUSY CSK MACHERIO FERRI HERMES SHUBU MARIANO COMENSE CURCURACI

La principale autorità al mondo del KarateCon un'ampia presenza in oltre 150 paesi, la Japan Karate Association è la più grande e prestigiosa organizzazione di Karate del mondo. Riconosciuta come l'erede della tradizione di Karate Shotokan, è l'unica entità legale del Karate ufficialmente approvato dal Governo Giapponese come associazione di Membri Shadan Hojin per la promozione del Karate e gode di uno status di organizzazione tax-free.Ancora più importante, la Japan Karate Association è la custode dell'anima e dello spirito e del Karate-Do basato sull’ antica tradizione giapponese del Bushido (la via del Samurai). La nostra missione è quella di diffondere il Karate in tutto il mondo, assicurando che rimanga fedele ai precetti filosofici su cui si fonda .

Forgiare la mente del KaratecaIl Karate non è un gioco a punti, categorie di peso o manifestazioni appariscenti. Si tratta di un'arte marziale e di uno stile di vita che permette a chi lo pratica di vivere completamente in uno stato di pace. Ma se il conflitto è inevitabile, il Karate insegna il modo per sconfiggere un avversario con un colpo solo.Tale azione richiede forza, velocità, messa a fuoco e controllo.Questi aspetti fisici sono però solo una parte della pratica; sono solo un veicolo, non il viaggio in se stesso.Il vero Karate si basa sul Bushido. Nel vero Karate, il corpo, la mente e lo spirito, cioè tutta la persona-deve essere in grado di sviluppare l’azione simultaneamente. Attraverso il kihon, il kumite e il kata impariamo a controllare i nostri movimenti. Ma ancora più importante, impariamo a controllare noi stessi. Siamo in grado di eseguire le tecniche senza dover pensare ad ogni movimento e rimanere concentrati senza dover pensare ad ogni cosa . In sostanza, il corpo ricorda come muoversi e la mente ricorda come bisogna essere. Questa fusione armoniosa di mente e corpo è molto forte. Anche la più grande forza fisica e le maggiori abilità non sono in grado di eguagliare questo potere.Il risultato del vero Karate è avere un atteggiamento naturale, un azione è senza sforzo, fiducia in se stessi, umiltà, apertura e pace, sarà possibile raggiungere questi traguardi solo attraverso una perfetta unità di mente, corpo e spirito. Questo è l'insegnamento base dello Zen, la base del Bushido, e la filosofia del Karate della J.K.A.

INDIETRO

Maestro Funakoshi Gichin nato il 10 novembre 1868 a ShuriFondatore del Karate Tradizionale stile Shotokan

Shōtō Nijū Kun shoto "onda di pino" - kan “dojo” I venti principi fondamentali dello spirito del Karate insegnati dal maestro Gichin Funakoshi sono:1. Non dimenticare che il karate-dō comincia e finisce con il saluto.2. Nel karate non esiste primo attacco. (Karate ni sente nashi)3. Il karate è dalla parte della giustizia.4. Conosci prima te stesso, poi gli altri.5. Lo spirito viene prima della tecnica.6. Libera la mente (il cuore).7. La disattenzione è causa di disgrazia.8. Il karate non si vive solo nel dōjō.9. Il karate si pratica tutta la vita.10. Applica il karate a tutte le cose, lì è la sua ineffabile bellezza.11. Il karate è come l'acqua calda, occorre riscaldarla costantemente o si raffredda.12. Non pensare a vincere, pensa piuttosto a non perdere.13. Cambia in funzione del tuo avversario.14. Nel kumite devi saper padroneggiare il Pieno e il Vuoto.15. Considera mani e piedi come spade.16. Oltre la porta di casa, puoi trovarti di fronte anche un milione di nemici.17. La guardia è per i principianti; più avanti si torna alla posizione naturale.18. I kata vanno eseguiti correttamente; il kumite è altra cosa.19. Non dimenticare dove occorre usare o non usare la forza, rilassare o contrarre, applicare la lentezza o la velocità, in ogni tecnica.20. Sii sempre creativo.

La Japan Karate Association è stata costituita nel maggio 1948 , quando i Maestri Isao Obata , Masatoshi Nakayama e molti altri allievi di Gichin Funakoshi Sensei si unirono per formare una La Japan Karate Association è stata costituita nel maggio 1948 , quando i Maestri Isao Obata , Masatoshi Nakayama e molti altri allievi di Gichin Funakoshi Sensei si unirono per formare una organizzazione dedicata alla ricerca, la promozione , la gestione degli eventi e l'educazione del Karate Shotokan . Gichin Funakoshi Sensei ricoprì la carica di fondatore ed essenzialmente fu l'equivalente di Capo Istruttore emerito , e designo’ il suo allievo Nakayama come capo istruttore . Nakayama era un giovane uomo con un notevole carisma e con una solida comprensione dei principi scientifici . Con la designazione di Nakayama come capo istruttore avvenne una rapida crescita del Karate in Giappone e di iniziative utili per aiutarlo a crescere in tutto il mondo. Molti degli istruttori senior provengono dall’ Università Takushoku dove furono istituiti i primi programmi di formazione istruttori JKA .La JKA il 10 Aprile 1957 è diventata Ente di persona giuridica ai sensi della legge giapponese ed è stata riconosciuta dal Ministero dell'Educazione giapponese in quanto tale .Nessun'altra organizzazione di Karate ha goduto di questo status, riconosciuto dal Governo giapponese. Funakoshi Sensei morì due settimane dopo l’avvenuto riconoscimento da parte del governo, lasciando la JKA come l'unica organizzazione professionale di Karate riconosciuta come entità giuridica in Giappone.La odierna sede Centrale, Honbu Dojo della J.K.A. si trova ad Iidabashi nel centro di Tokyo.Il 1° aprile 2012 la JKA ha ricevuto lo status ufficiale di “KOEKI SHADAN HOJIN” ovvero “Associazione di Pubblico Interesse” che oggi nelle arti marziali possiede il Kendo; questa legittimazione nell’ambito del Karate avviene per lo stile Shotokan, in particolare per la JKA fondata nel 1949 ad opera del Maestro Funakoshi. La odierna sede Centrale, Honbu Dojo della J.K.A. si trova ad Iidabashi nel centro di Tokyo.Il 1° aprile 2012 la JKA ha ricevuto lo status ufficiale di “KOEKI SHADAN HOJIN” ovvero “Associazione di Pubblico Interesse” che oggi nelle arti marziali possiede il Kendo; questa legittimazione nell’ambito del Karate avviene per lo stile Shotokan, in particolare per la JKA fondata nel 1949 ad opera del Maestro Funakoshi.